Sono quattro gli obiettivi principali individuati dall’ESO (European Stroke Organisation) e dall’associazione di pazienti SAFE (Stroke Action for Europe) all’interno dell’Action Plan for Stroke in Europe 2018-2030, in linea con quanto previsto dagli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite:

  1. Ridurre il numero di casi di ictus in Europa del 10%
  2. Trattare il 90% e oltre dei pazienti colpiti da ictus in Europa all’interno delle stroke unit, come livelli essenziali di assistenza
  3. Favorire piani sanitari nazionali per il trattamento delll’ictus che comprendano tutta la catena delle cure
  4. Attuare appieno le strategie nazionali per favorire interventi multisettoriali di sanità pubblica

Gli obiettivi del piano sono stati annunciati da World and European Stroke Organizations (WSO and ESO) e da World Federation European Academy of Neurology (WFN and EAN) in una dichiarazione congiunta rilasciata nell’ambito del 68° Comitato Regionale dell’OMS Europa che si è tenuto a Roma dal 17 al 20 settembre 2018. Al meeting hanno preso parte Ministri della Salute e rappresentanti ad alto livello dei 53 Stati membri della Regione Europea dell’OMS, nonché organizzazioni partner e società civile.

La versione integrale della dichiarazione congiunta rilasciata dalle organizzazioni è disponibile a questo link.